Tante forme per ogni esigenza: la sedia da ufficio però deve adattarsi a te.

La sedia per ufficio è una scelta piuttosto complessa perché avete un’innumerevole quantità di proposte in commercio che genera confusione ottenendo l’effetto di farvi dimenticare quello che vi serve realmente. Prima di decidere fate un giro su questo sito inerente le sedie da ufficio, Sceltasediadaufficio.it leggendo i contenuti. Vi serviranno a costruirvi dei filtri e indicatori molto utili per arrivare alla scelta più corretta per voi.

Dunque perché scegliere di comprare una sedia o una poltrona d’ufficio? Chiedetevi anzitutto se il vostro lavoro vi porta a stare per molto tempo seduto al posto di lavoro o se invece vi porta a alzarvi spesso e allontanarvi. Già questo vi aiuterà a capire se vi serve una sedia operativa o dirigenziale o fissa.

Perché sono queste, alla fine, le tre macro categorie cui si ascrivono le sedie e poltrone da ufficio.

Quelle operative sono destinate a chi si muove spesso e non ha bisogno di avere sedili strutturati e particolarmente ricche di dotazioni. Sono sedie con sedile praticamente fisso, spesso senza braccioli che rappresentano un ostacolo all’alzarsi e sedersi spesso, non hanno poggiatesta perché non avete bisogno di rilassarvi, e hanno le rotelle per permettervi di spostarvi celermente.

Se invece avete un’attività che vi porta a dover stare molte ore fermo alla scrivania lavorando al computer, al telefono, in riunioni reali o virtuali, avrete bisogno di trarre maggiore comfort dalla vostra seduta. Le poltrone dirigenziali (o anche presidenziali) sono quello che risponde alle vostre esigenze. Le seduto e gli schienali sono più ampi e comodi, lo schienale e reclinabile e ha il poggiatesta, prevede un poggiapiedi per riposare caviglie e gambe, ha i braccioli spesso imbottiti per consentire posizioni di relax nel corso delle ore. E in alcuni modelli di fascia più alta, è previsto anche il cuscino lombare o imbottiture che aiutano a sostenere la schiena

I materiali anche sono importanti; si va dall’ecopelle alla pelle, al tessuto e anche alla plastica per i modelli più economici ma la scelta deve essere sempre dettata dall’uso che si fa della sedia o poltrona.